Cosa fare se ho bevuto mentre ero incinta? Quali sono i rischi per il bambino?

L’alcol durante la gestazione serve per stimolare la produzione del latte materno o per abbassare il colesterolo? Falso!

Come già saprai, è assolutamente vietato bere in gravidanza o durante l’allattamento, ma..

Cosa fare se non sapevi di essere incinta?

 

Quali sono i rischi per il bambino esposto all'alcol nel periodo di gravidanza? 

 

I danni legati al consumo di alcol in gravidanza possono essere evidenti già dalla nascita se il bambino presenta malformazioni del viso, ritardi nello sviluppo psicofisico o, più avanti, nel corso dell’infanzia problemi d’attenzione, di memoria, d’apprendimento, di relazione e d’integrazione sociale.

Come riporta il Minisero della Salute, la probabilità di danneggiare il feto aumenta proporzionalmente al consumo di alcol da parte della madre: ad alto rischio sono i bambini la cui madre ha consumato almeno 80 grammi di alcol puro al giorno.

Allo stesso modo è pericoloso anche bere tanto ma meno spesso, perché il consumo di alcol può influire sul suo sviluppo in ogni momento della gravidanza.

 

Cos'è la sindrome feto-alcolica? I sintomi del bambino

 

La sindrome feto-alcolica (Fetal alcohol sindrome, Fas) è la più grave delle patologie del feto indotte dal consumo di alcol durante la gravidanza. 

Segnali della Fas nel viso sono:

  • pieghe agli angoli degli occhi, fessure oculari strette, strabismo
  • naso corto e piatto
  • labbro superiore sottile e vermiglio, solco naso-labiale allungato e piatto
  • fronte lunga e stretta
  • ipoplasia mascellare e mandibolare
  • Le anomalie oculari, oltre ai segni visibili, includono ipoplasia del nervo ottico, aumentata tortuosità dei vasellini retinici e capacità visive ridotte
  • Anche il sistema scheletrico subisce le conseguenze dell’esposizione all’alcol: un ritardo rilevante nell’età ossea media, i valori inferiori alla media di altezza, peso corporeo e circonferenza cranica (microcefalia)
  • Sono presenti anche malformazioni cardiache, in particolar modo rappresentate dai difetti del setto ventricolare.

 

alcol fetale SanaExpert

 

Disturbi psicologici e neurologici

FASD: Fetal Alcohol Spectrum Disorders

 

Un’alta percentuale di pazienti, che manifesta le caratteristiche tipiche della Fas nella crescita e nel viso, potrebbe non presentare sintomi di danno cerebrale organico, ma piuttosto alcuni deficit comportamentali e cognitivi.

I disturbi neurologici e neuropsicologici che possono far pensare alla Fas sono:

  • disturbi del sonno e riflesso di suzione ridotto
  • ritardo dello sviluppo mentale
  • deficit intellettivo
  • disturbi dell’attenzione e della memoria
  • disturbi della motricità fine
  • iperattività e impulsività
  • disturbi dell’eloquio e dell’udito.

 

Non esiste alcuna cura per la sindrome feto-alcolica e il bambino è costretto a conviverci per tutta la vita. La diagnosi può essere fatta generalmente dopo i 5 anni, attraverso test psicometrici specifici per età che ricercano anomalie comportamentali e cognitive, utili non solo per stabilire la diagnosi ma anche per organizzare un piano di trattamento ad hoc.

Prima di preoccuparti, consulta il tuo medico, che ti consiglierà eventualmente un pediatra esperto nella sindrome feto-alcolica.

 

Sto pianificando una gravidanza: posso bere almeno un bicchiere o devo già smettere di bere?

 

Devi ricordare che qualsiasi quantità di alcol ingerito dalla madre giunge direttamente al feto: non esiste una quantità sicura di alcol che si può assumere, quindi il rischio resta anche con un solo bicchiere. 

La stessa cosa vale per qualsiasi tipologia di alcolico: anche se non superalcolico, bere alcol è comunque sempre rischioso per il bambino.

 

bere alcol in gravidanza SanaExpert

 

C’è un momento preferibile in cui bere in gravidanza? Posso riprendere a bere dopo il primo trimestre?

 

No, l'alcol può danneggiare il feto, e soprattutto il suo sistema nervoso centrale, fin dal momento in cui inizia a formarsi.

Quindi, il rischio c’è già dalle prime settimane di concepimento e in ogni momento della gravidanza, dal primo al nono mese, e prosegue durante tutto il periodo dell’allattamento.

 

Birra analcolica? Alternative senza alcol in gravidanza

 

Come abbiamo detto, la birra non è meno rischiosa del vino o dei superalcolici.

Se invece hai pensato alla birra analcolica come alternativa, ricorda che non vuol dire che sia totalmente priva di alcol, ma solo che non supera una specifica soglia, che varia a seconda dei paesi. Assicurati, quindi, che la bevanda in questione sia effettivamente 100% alcol-free.

 

 

Ho bevuto alcol prima di sapere che ero incinta.. e adesso?

 

Nelle prime due settimane dopo il concepimento l’organismo femminile tende a scartare automaticamente le cellule embrionali che sono state eventualmente danneggiate da alcol, patologie o farmaci, ecc. L’eliminazione può manifestarsi attraverso un ciclo mestruale ritardato, indice di un aborto spontaneo precoce.

Perciò, per sapere se ci sono stati danni a causa dell’alcol, ti basta sapere che l’embrione sta continuando a crescere e la gravidanza sta proseguendo.

Ti ricordiamo, però, che se programmi una gravidanza è importante smettere di bere perché, come spiega l’Istituto Superiore della Sanità, gli organi vitali, quali cuore, cervello e scheletro si formano durante i primi 10-15 giorni dopo il concepimento quando la futura madre è ancora inconsapevole di essere incinta.

 

rischi di bere alcol per feto SanaExpert

 

Cosa fare se ho bevuto mentre ero incinta?

  • Cerca di non preoccuparti

Anche se bere un paio di drink prima di sapere di essere incinta è rischioso, in realtà, è piuttosto comune, dal momento che spesso non si è subito consapevoli dell’avvenuto concepimento. Perciò, non preoccuparti per quello che non puoi cambiare e, ora che sai di essere incinta, smetti di bere.
  • Segui gli ordini del medico

Se hai dubbi o bisogno di suggerimenti, rivolgiti al tuo ginecologo.
Con un’idea chiara  sul tuo stato di salute precedente alla tua gravidanza, saprà come procedere nel miglior modo possibile.
  • Per sostenere una sana preparazione pre-natale:

è sempre consigliato assumere l’acido folico per almeno un mese nel periodo pre-concepimento per ridurre la possibilità di un difetto del tubo neurale, e smettere di bere e fumare.Naturalmente accompagna con una dieta alimentare equilibrata, che può essere integrata da vitamine o altri integratori raccomandati.
    Previous post
    Next post

    Empty content. Please select category to preview