Bere caffè in gravidanza? Come combattere stanchezza, sonno e fatica in modo sicuro

 

Ogni tanto ti capita di sentirti stanca, debole o affaticata? O magari tutte e tre anche più volte durante la giornata?

Devi sapere che sentirsi affaticate durante la gravidanza è assolutamente fisiologico! Se nel primo trimestre la causa è il cambiamento dei livelli ormonali, al terzo trimestre sono le dimensioni e il peso del bambino che richiedono maggiori energie per compiere anche le attività più semplici e quotidiane.

E se in aggiunta ci troviamo nel periodo di cambio stagionale e con alle spalle un anno in cui il sistema immunitario è stato messo a dura prova… è più che ragionevole che la caffeina sia stata fino ad ora indispensabile nelle tue giornate!

Quindi, la domanda che ti starai facendo ora è…

 

Posso bere caffè in gravidanza o durante l’allattamento?

Ed esattamente quanto caffè posso bere? 

 

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità , prendere il caffè durante la gravidanza è ammesso, ma con moderazione: non più di 200 milligrammi al giorno, ovvero tre tazzine di caffè espresso.

Per quanto riguarda lallattamento, si può applicare lo stesso discorso: la caffeina passa nel latte materno, e nonostante si sappia veramente poco riguardo il suo meccanismo d’azione sul neonato, è certo che occorre moderare il consumo di caffeina. 

 
Posso bere caffè in gravidanza ? Quanto caffè al giorno ?
     

     

    Inoltre, ricorda che la caffeina è presente anche in altri alimenti e bevande che, quindi, vanno consumate con moderazione. Sono, ad esempio, caffè decaffeinato, Coca cola o bevande energetiche, cioccolato (soprattutto fondente) e , la cui teina è una sostanza eccitante al pari della caffeina.

     

    Perché non posso bere caffè?

     

    Il caffè è notoriamente una bevanda ricca di caffeina, una sostanza con effetto stimolante sul sistema nervoso centrale. In particolare, è ritenuta potenzialmente nociva dal momento che attraversa la placenta raggiungendo il feto, che non ha gli enzimi necessari per metabolizzarla.

     Altri studi riportano, infatti, rischi di aborti spontanei, basso peso alla nascita e altre complicazioni. Inoltre, nel caso in cui vengano consumati più di 500 mg/dì di caffeina, i figli avrebbero maggiori probabilità di presentare una frequenza cardiaca e respiratoria alta, di soffrire di tremori e di rimanere svegli più a lungo nei primi giorni di vita.

     Quindi, se vuoi essere assolutamente al sicuro, noi ti consigliamo di ridurre l'apporto quotidiano di caffeina limitandosi a una sola tazzina di caffè (100 mg di caffeina) o meglio ancora eliminandolo del tutto.

     

    Altre buone ragioni per evitare il caffè

    Perché sappiamo quanto sia difficile farne a meno

     

    In generale, possiamo dire che il caffè è soluzione ad alcuni problemi da un lato, causa di nuovi problemi dall’altro. Ecco, quindi, alcune considerazioni che puoi tenere a mente.

    Innanzitutto, la caffeina rimane in circolo per un periodo di tempo variabile da 4 a 6 ore. Questo vuol dire che dovresti programmare attentamente il tuo ultimo caffè (almeno 4 ore prima di andare a dormire) per evitare di trovarti sveglia la notte e ancora più stanca il giorno dopo, entrando così in un circolo vizioso.

     

     
    Perché non posso bere caffè in gravidanza o allattamento ?

     

    La caffeina stimola la produzione di acidi gastrici e, proprio per questo, a volte può causare nausea, oltre che palpitazioni, irritabilità, mal di testa e agitazione. Inoltre, favorisce l’attività diuretica, cioè l’eliminazione dei liquidi dall’organismo e può impoverire le scorte di acqua e calcio.

    Infine, il suo utilizzo prolungato nel tempo può portare a tolleranza, ossia a una riduzione della sua efficacia a parità di dose. Quindi, a lungo termine l’effetto diminuirebbe, costringendoti ad aumentarne la quantità di volta in volta.

     

    Valide alternative al caffè

    Come smettere e con cosa sostituire

     

    Intanto, il modo migliore che ti consigliamo per smettere con il caffè è procedere gradualmente: diminuisci le dosi in modo da abituarti più facilmente e poi… parti alla ricerca di un degno sostituto!

    Esistono, infatti, molte altre bevande, calde o fredde, che possono essere molto utili nell’obiettivo di combattere la stanchezza e fornire energia al corpo.

    Tra queste, totalmente prive di caffeina, abbiamo il Caffè d’orzo, diverso dal caffè per sapore, ma simile per il gusto amaro e per la corposità: con il passare del tempo, potresti iniziare ad apprezzare il suo gusto di cereale. Oppure puoi provare il Caffè al tarassaco, di sapore molto simile al caffè, ma meno acido e amaro (evita però se soffri di calcoli renali, gastriti o ulcere). Anche il succo di grano garantisce una sferzata di energia e contribuisce a contrastare la stanchezza, elevando la resistenza fisica e mentale!

    Un’altra valida soluzione è data dagli integratori.

    Pensa che ora il tuo corpo si trova a dover "dividere" con il bambino numerosi nutrienti, la cui carenza può facilmente provocare spossatezza. Diventa fondamentale, quindi, l’assunzione di ferro, zinco, iodio e sali minerali, come magnesio, di cui il fabbisogno aumenta soprattutto nella seconda parte della gestazione. Ad esempio, i nostri NatalisPre  (durante le prime 12 settimane di gravidanza) e Natalis (fino alla nascita), possiedono anche vitamina D e calcio, minerali che aiutano la crescita dei tessuti materni e lo sviluppo dell’embrione. 

     

    Valide alternative al caffè senza caffeina

     

    Infine, per migliorare direttamente la qualità del sonno, in modo da prevenire la stanchezza, puoi provare una o due tazze al giorno tra tisane e infusi a base di curcuma, capace anche di migliorare la memoria, oppure camomilla, finocchio, melissa, zenzero (che aiuta anche a contrastare il senso di nausea), rooibos o frutti misti.

     

    Come hai visto, quindi, sono tante le possibilità tra cui cercare la tua nuova fonte di energia caffeina-free e siamo sicure che troverai quella che più fa per te… Buona ricerca!

    Previous post
    Next post

    Empty content. Please select category to preview